Elaborazione della richiesta in corso. Si prega di attendere.

Bonus ristrutturazione ed ecobonus 2017, detrazioni sino all’85%

Agevolazioni fiscali sulla casa: proroga delle detrazioni per le ristrutturazioni. Bonus più alto sul risparmio energetico

Bonus ristrutturazione ed ecobonus 2017, detrazioni sino all’85%

Proroghe ed aumento delle agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione sulla casa: la Legge di bilancio conferma e proroga sia il bonus sulle ristrutturazioni e sull’acquisto di mobili, che l’ecobonus, esteso addirittura sino al 2021. A questi benefits fiscali si somma anche il recente sismabonus, una detrazione Irpef previste per le spese sostenute per uniformare gli immobili che si trovano in zone ad alta pericolosità sismica.

Bonus ristrutturazione 2017

Il bonus ristrutturazione permette di detrarre dall’Irpef i costi sostenuti per gli interventi di ristrutturazione edilizia. I soldi spesi per la ristrutturazione, soprattutto, possono essere detratti al 50% dalle imposte, in 10 quote annuali dello stesso importo, sino ad una soglia massima di 96.000 euro. La detrazione ha una scadenza pari al 31 dicembre 2017; in seguito, se non sarà prorogata o resa definitiva, tornerà al vecchio ammontare del 36%.

Chi può beneficiare del Bonus Ristrutturazioni 2017

Possono fruire del bonus ristrutturazione:

  • I proprietari dell’immobile su cui sono effettuati gli interventi;
  • I conduttori dell’immobile (inquilini);
  • I nudi proprietari;
  • Gli usufruttuari;
  • I comodatari;
  • I familiari conviventi (purchè siano loro a sostenere le spese e risultino intestatari di bonifici e fatture).

Per quali interventi di ristrutturazione si possono ottenere detrazioni?

Gli interventi per i quali si possono richiedere detrazioni consistono in lavori interni effettuati su immobili esistenti: nello specifico deve trattarsi di:

  • Manutenzione ordinaria (solo per le  parti comuni dell’edificio);
  • Manutenzione straordinaria;
  • Ristrutturazione edilizia;
  • Recupero e risanamento conservativo.

Sono detraibili non solo i costi necessari all’esecuzione dei lavori, ma anche le spese relative alla progettazione, le prestazioni professionali connesse, le perizie ed i sopralluoghi.

Gli interventi detraibili devono poi rientrare nelle seguenti tipologie, appartenenti alla manutenzione dell'immobile stesso:

  • Impianto idraulico ed elettrico;
  • Inferriate fisse;
  • Soppalco;
  • Pareti interne ed esterne;
  • Scale ed ascensore;
  • Cablatura;
  • Porta blindata;
  • Vetri antisfondamento;
  • Cassaforte a muro;
  • Impianto di allarme e sistemi anti-intrusione;
  • Allargamento porte e finestre;
  • Pavimentazione esterna;
  • Facciata ed intonaci esterni;
  • Canna fumaria;
  • Citofoni, videocitofoni e telecamere;
  • Caldaia, caloriferi e condizionatori;
  • Abbattimento delle barriere architettoniche e la realizzazione di ogni strumento che, attraverso la comunicazione, la robotica e ogni altro mezzo di tecnologia più avanzata, sia idoneo a favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap gravi;
  • Balconi e verande;
  • Box auto;
  • Contenimento dell’inquinamento acustico (isolamento).

L’Agenzia delle entrate, ormai da annu, ha sottolineato come gli interventi di recupero del patrimonio edilizio che possono beneficiare del bonus ristrutturazione non si limitano solamente alla "ristrutturazione edilizia" vera e propria, ma includono anche la manutenzione straordinaria, il restauro ed il risanamento conservativo  di singole unità immobiliari residenziali.

Ecobonus 2017

L’ecobonus non è altro che una detrazione dovuta per tutti gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica delle strutture. In particolare, l’agevolazione permette la detrazione Irpef del 65% delle spese sostenute per migliorare ed ottimizzare le prestazioni energetiche di un immobile; la detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo, sino a un limite massimo di:

  • 30.000 euro, per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  • 60.000 euro, per le opere di riqualificazione dell’involucro di edifici esistenti, e per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda (solare termico);
  • 100.000 euro, per gli interventi di riqualificazione energetica globale.

Dal 2017, se l’intervento riguarderà l’intero involucro dell’edificio, il contribuente potrà conseguire detrazioni più alte, pari:

  • al 70% dei costi, se gli interventi avranno un’incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’intero edificio;
  • al 75% dei costi, se il lavoro sarà finalizzato a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva.
Assistenza H24
Assistenza H24
Cerchi un team di elettricisti pronto ad intervenire sempre, per qualunque necessità ed in qualunque momento della giornata? ElectricLine effettua un tempestivo servizio di assistenza in caso di guasti, rotture e sostituzione ricambi.
Chiedi a ElectricLine
Chiedi a ElectricLine
Vuoi risparmiare sulla bolletta energetica, ma non sai quali impianti installare nella tua abitazione o azienda? Cerchi un consiglio su come rendere più sicuri i tuoi ambienti? ElectricLine risponde!
Eventi e News
Eventi e News
Scopri gli eventi organizzati in collaborazione con ElectricLine e tutte le novità più rilevanti ed interessanti che riguardano il settore degli impianti elettrici, del fotovoltaico e del risparmio energetico.
Buongiorno. Volevo chiedere se, oggi come oggi, è davvero conveniente fare un impianto fotovoltaico e perchè. Grazie in anticipo della risposta.
Accedi subito alla sezione documenti di ElectricLine e scarica ciò che ti serve direttamente nel tuo pc, smartphone e tablet.
Sei alla ricerca di un team affidabile e competente di elettricisti, con anni di esperienza nella realizzazione di impianti? Contattaci subito.